Risparmio Fiscale

CONTO TERMICO 2.0

Il Conto Termico è un incentivo a fondo perduto che viene rilasciato in caso di sostituzione/rottamazione di vecchi generatori a biomassa o a gasolio con nuove stufe o caminetti, a legna o a pellet, dotati di altissima efficienza.

Questo contributo ha lo scopo di incentivare la produzione di energia termica da fonti rinnovabili e gli interventi di efficienza energetica di piccole dimensioni (D.M. 16/02/16).

E’ un incentivo molto vantaggioso in quanto:

  • viene erogato con bonifico direttamente sul proprio conto,
  • ha tempistiche rapide:
    • per spese inferiori a € 5.000,00 entro massimo 90 giorni mesi dall’accettazione della richiesta;
    • per spese superiori a € 5.000,00 in 2 rate: la prima entro massimo 90 giorni mesi dall’accettazione della richiesta, la seconda ad 1 anno dalla prima rata.
  • copre fino al 65% della spesa, semplificanto, ecco fino a quanto si può ricevere di incentivo per la sostituzione di una stufa:
    • sostituzione con una stufa da 6 kW: fino a € 1290,00
    • sostituzione con una stufa da 15 kW: fino a € 1950,00
    • sostituzione termostufa da 28 kW: fino a € 2400,00

 

L’incentivo è usufruibile solo per alcuni prodotti che rispondono a caratteristiche specifiche e che l’entità dello stesso dipende da diversi fattori, quali:

  • potenza della stufa;
  • zona climatica in cui viene installata;
  • spesa sostenuta;
  • coefficiente premiante CE riferito elle emissioni di polveri.

 

Contattaci per chiarimenti.

 

—————————————————————————————————————————————————————————————————————-

RECUPERO FISCALE 50%

La legge di stabilità conferma anche per il 2017 le detrazioni fiscali al 50% per gli interventi di ristrutturazione edilizia.

 

1) IN COSA CONSISTE

E’ prevista la possibilità di detrarre dalle imposte sui redditi il 50% (ex 36%) delle spese sostenute per lavori di ristrutturazione edilizia. Le stufe rientrano in questa casistica in quanto considerate come lavori di ristrutturazione edilizia finalizzati al risparmio energetico.

Il beneficio spetta fino ad un tetto massimo di € 96.000,00 per abitazione, da dividere tra i soggetti aventi diritto alla detrazione per anno di imposta, da suddividere in dieci anni. Il punto massimo di spesa resterà 96.000,00 euro fino al 2016 per poi tornare a 48.000,00 euro dal 2017.

L’agevolazione ha validità fino al 31 Dicembre 2017.

2) A CHI SPETTA

Trattandosi di una detrazione dall’Irpef lorda, sono ammessi a fruirne tutti coloro che sono assoggettati all’imposta sul reddito delle persone fisiche, residenti o meno sul territorio dello Stato.

Va precisato che si tratta effettivamente di una detrazione dall’imposta e non di un rimborso; ciascun contribuente ha perciò diritto a detrarre annualmente la quota spettante nei limiti dell’imposta dovuta per l’anno in questione.

 

3) PER QUALI LAVORI

La detrazione fiscale del 50% viene riconosciuta per le ristrutturazioni edilizie tra cui vengono compresi anche gli interventi finalizzati al conseguimento di risparmi energetici di cui alla legge 9/1/1991 n. 10 e d.p.r. 26/8/1993 n. 412.

Si tratta di opere di ristrutturazione edilizia che permettono risparmi energetici anche senza opere edili, come l’acquisto di un generatore di calore a biomassa.

In questo caso la detrazione e’ ammessa per l’acquisto e per l’installazione di caminetti e stufe a legna ed a pellet con un rendimento, misurato con metodo diretto, non inferiore al 70%.

 

4) COSA FARE

4.a) Effettuare il versamento tramite bonifico bancario o postale da cui risulti:

  1. La causale del versamento con gli estremi della fattura;
  2. Riferimento alla legge delle ristrutturazioni edilizie;
  3. Il codice fiscale del soggetto beneficiario della detrazione;
  4. Il codice fiscale o numero di partita IVA del beneficiario del pagamento.

4.b) presentarsi alla dichiarazione dei redditi con i seguenti documenti:

  1. Attestato del produttore che certifica la resa dell’impianto termico;
  2. Fattura del prodotto;
  3. Il bonifico bancario.

 

Restiamo sempre a disposizione per eventuali informazioni o chiarimenti.

Per informazioni più dettagliate potete consultare e scaricare il libretto informativo dell’Agenzia delle Entrate:

“Ristrutturazioni edilizie: Le agevolazioni fiscali.”

Inoltre vi consigliamo di consultare direttamente anche la realtà che si occupa di fare la Vostra dichiarazione dei redditi.

 

NB: Le informazioni fornite sono a titolo informativo e possono evolvere, inoltre non sono esaustive.

Email Newsletter
Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere sempre aggiornato sulle nostre novità. Fiere, promozioni, nuovi prodotti e tanto altro.